Tennis tavolo: con Trainerbot ci si allena da soli

Il robot è comandato da una apposita app che permette di regolare velocità, direzione, forza e angolazione dei tiri. Lo hanno inventato i fratelli Chen

Il tennis da tavolo, comunemente conosciuto con il nome di ping pong , è uno degli sport più diffusi e praticati nel mondo. Gioco di coordinazione e di riflessi, nel 1926 in Europa ebbe la sua prima federazione internazionale. Nel 1950 per decisione di Mao Tse-tung (o Mao Zedong) divenne addirittura sport nazionale in Cina.

Grazie ad una attività aerobica, priva di stress da contatto, permette di mantenere riflessi veloci e buona coordinazione di movimento. Oggi è possibile allenarsi in modo mirato da soli, a casa o in qualsiasi luogo in cui sia possibile avere uno spazio a disposizione, grazie a Trainerbot: un robot in grado di battere, effettuare tiri a effetto, concentrare i tiri in specifiche sezioni del tavolo, comandato da un’apposita app per smartphone (Ios e Android).

E’ il progetto dei due fratelli Alexander e Harrison Chen, che, cresciuti insieme con la passione sfrenata per questo sport, una volta divenuti adulti, divisi per motivi di studio, si sono trovati in difficoltà a trovar partner di gioco alla loro altezza. A questo punto è nata l’idea di creare un robot per continuare ad allenarsi. All’apparenza potrebbe sembrare un comune lanciapalle, estremamente maneggevole nel trasporto per le dimensioni limitate (16×32 cm, 1,2 kg), che lo rendono trasportabile con un qualsiasi zaino), ma con la connessione bluethoot che permette di accedere alla rivoluzionaria app e regolare tutti i parametri del tiro: velocità, direzione, forza, angolazione.

Tramite questo robot ogni sportivo potrà migliorare il proprio livello di gioco, superare i propri punti deboli. Un robot e una app in grado di cambiare il modo di allenarsi.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0