Atletica: Sherrill il primo a usare i blocchi di partenza

Atletica: Sherrill il primo a usare i blocchi di partenza

Comparvero su una pista nel 1888, ai Giochi di Atene 1896 il debutto olimpico, da Londra 1948 previsti per tutti dai 100 ai 400

Il primo atleta a utilizzare in una competizione di atletica leggera i blocchi di partenza fu l’americano Charles Sherrill nel 1888. Deriso dai sui avversari per la buffa posizione assunta, l’atleta riuscì invece a dimostrare che i blocchi potevano garantire una maggiore rapidità di risposta al segnale di partenza.

E i fatti diedero ragione a Sherrill. E i blocchi debuttarono già all’Olimpiade di Atene del 1896. Nel 1948 ai Giochi olimpici di Londra i blocchi di partenza vennero usati regolarmente per tutti gli atleti appartenenti alle categorie dai 100 ai 400 metri inclusi.

Con una caratteristica forma a “T“, costruiti generalmente in ferro, presentano ai lati 2 appoggi per i piedi degli atleti. Nelle ultime manifestazioni olimpiche, inoltre, i blocchi sono collegati ad un dispositivo di falsa partenza in grado di rilevare tempi di reazione inferiori ai 100/1000 e di comunicarli al giudice.

COMMENTS

WORDPRESS: 3
  • comment-avatar
    Tito 3 anni

    Grazie per la storia

    • comment-avatar

      Grazie! Crediamo che sia interessante oltre alle novità, proporre articoli su come la tecnologia è stata
      introdotta negli sport. Per questo dedichiamo una rubrica settimanale sulla storia della tecnologia nello sport

  • comment-avatar
    Tito 3 anni

    Bello

  • DISQUS: 0